News

Pubblicato Mercoledì, 24 Ottobre 2018 19:09

Udine tra le città più sicure d’Italia ma aumentano i furti in abitazione

Alcuni reati sono in aumento, altri in diminuzione, comunque Udine, se paragonata alle altre città dello stivale, è una di quelle in cui si avverte di meno la pressione della criminalità. Tra i 106 capoluogo, infatti, quello friulano è all’84esimo posto nella classifica provinciale delle denunce presentate nel 2017. La variazione percentuale rispetto al 2016 è pari a un aumento del 2,81 %


In tutto ci sono state 14.878 denunce: 2.810, 45 ogni 100mila abitanti. Alcuni tipi di reati, come detto, mostrano un trend in calo (omicidi, tentati omicidi, furti nei negozi, scippi, incendi). Aumentano però del 16% i furti in abitazione, le denunce sono state 1. 812 (40esimo posto nelle classifiche tematiche). Più 14% anche per truffe e frodi informatiche, quelle segnalate sono state 1.658 (18esimo posto nelle classifiche tematiche). Le denunce di violenze sessuali sono state 38 con un aumento percentuale di oltre il 40% (43esimo posto nelle classifiche tematiche). E anche per quanto riguarda gli stupefacenti si registra un più 30, 43% con 210 denunce (87esimo posto nelle classifiche tematiche).

Per quanto riguarda le rapine le denunce sono state 87 e Udine si colloca al 79esimo posto nella specifica classifica. Rispetto al 2016 l’aumento è stato pari all’8,75 per cento. Al 99esimo posto, invece, per le estorsioni: ne sono state segnalate alle autorità 36, il 2,86 per cento in più dell’anno prima. Nessun procedimento giudiziario per usura. Un posto alto in classifica invece, il 14esimo, per l’associazione a delinquere. Le denunce sono state 10, pari a un aumento del 400 % a confronto del 2016. Nessuna denuncia sotto la voce “associazione di tipo mafioso”. E ancora: va segnalato un aumento del 100% per il riciclaggio di denaro: le sei denunce presentate ci collocano all’80esimo posto. Infine, siamo al 101esimo posto per gli incendi: 15 le denunce, in diminuzione del 42,31%.Tornando al “capitolo” furti. Le denunce di furti d’auto sono state 108 (e questo dato ci sistema al 99esimo posto della relativa classifica).I furti nei negozi sono stati ben 626, ma risultano in diminuzione del 17,96% (52esimo posto in classifica). Inoltre, sono state 531 le denunce di furti con destrezza e 38 gli scippi.

«Abbiamo letto questi dati con un certa soddisfazione perché hanno sostanzialmente confermato quelli del 2016 che era stato un anno di forte calo dei reati – ha commentato il questore di Udine Claudio Cracovia –, comunque siamo consci di dover fare di più e meglio soprattutto sul fronte della sicurezza percepita, è questa ora la vera sfida».

I furti in generale, come osserva lo stesso questore, «sono in calo, ma preoccupa l’incremento di quelli nelle case che toccano più da vicino la vita del cittadino». Per contrastare il fenomeno la questura intende agire su tre fronti: definizione delle zone più colpite, incremento della presenza sul territorio e avvio di iniziative di prevenzione partecipata, ossia di nuove forme di collaborazione in grado di coinvolgere anche i cittadini. «C’è grande attenzione anche ai delitti commessi per via telematica – ha concluso il questore – ed è intensa anche l’attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti». —

da Messaggero Veneto link

 

chiama gratis il numero 800317922